vino Archivi - Marchese delle Saline
 spedizioni gratuite per ordini da €99
+393889203636   email 简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsРусскийEspañol
  • Medaglia D’Argento Etna Rosso 2017 Biologico – Mondial des vins extrêmes- CERVIM

    E’ stata un’edizione da record sia per il numero di vini iscritti che per i paesi rappresentati e le aziende partecipantiPossiamo parlare di una qualità media dei vini eroici in Italia e nel mondo in costante crescita come i winelover e i dati di mercato sono a testimoniare“.

    Così il presidente Cervim Roberto Gaudio commenta la 27° edizione del Mondial des vins extrêmes, il concorso internazionale dedicato ai vini eroici che si è tenuto ad Aosta dall’11 al 13 luglio scorsi, organizzato dal Cervim in collaborazione con l’assessorato al Turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta, l’Associazione viticoltori Valle d’Aosta, Vival VdA, e l’Associazione italiana sommelier, Sezione Valle d’Aosta, con il patrocinio dell’Oiv, Organisation internationale de la vigne et du vin.

    Le medaglie

    Pioggia di medaglie per i vini italiani: 9 Gran medaglie d’oro, 93 medaglie d’oro e 27 medaglie d’argento. Le Gran medaglie d’oro vanno alla Lombardia che ne conquista 4, ed anche 8 ori e 3 argenti; la Sicilia con 2 Gran medaglie d’oro, oltre a 5 ori e 3 argenti, la Toscana con 1 Gran medaglia d’oro e 9 medaglie d’oro, la Liguria con 1 Gran medaglia d’oro, 7 ori e 5 argenti, e 1 Gran medaglia d’oro per il Molise.

    Fanno incetta di medaglie la provincia di Trento con 19 ori e 3 argenti; la Valle d’Aosta con 15 ori e 8 argenti; il Veneto con 9 medaglie d’oro e 2 d’argento; la Sardegna con 5 ori; la Provincia di Bolzano con 4 ori e 1 argento; il Piemonte con 4 ori e 1 argento; la Campania con 3 ori e 3 argenti; l’Abruzzo con 2 ori; BasilicataLazio e Calabria con 1 medaglia d’oro.

    Fra i paesi esteri la Spagna è la nazione più medagliata con 1 Gran Medaglia d’oro, 47 medaglie d’oro e 16 d’argento; mentre la Svizzera quella con più Gran medaglie d’oro, 3, oltre a 14 d’oro e 4 d’argento. Quindi la Germania ha conquistato 2 Gran medaglie d’oro, 14 d’oro e 8 d’argento; mentre la Francia 1 Gran Medaglia d’oro, 8 d’oro e 3 d’argento, poi Andorra con 1 Gran medaglia d’oro e 2 medaglie d’oro.

    Tante le nazioni premiate: Austria 1 medaglia d’oro; Malta 2 medaglie d’oro; Georgia 3 medaglie d’oro; Lussemburgo 2 ori; Slovenia 2 ori; 2 medaglie d’oro e 2 d’argento per la Bolivia; Croazia 1 oro; Cipro 1 medaglia d’oro e 4 d’argento; Libano 1 oro; Grecia 1 medaglia d’oro; Slovacchia 1 oro; Portogallo 2 ori; Macedonia 1 medaglia d’oro.

    Le medaglie assegnate in totale sono state quindi 17 Gran medaglie d’oro, 198 medaglie d’oro e 64 medaglie d’argento. Nei tre giorni una commissione internazionale e specializzata ha assaggiato e selezionato 920 vini di cui 442 italiani e 478 esteri, provenienti da 339 aziende vitivinicole, di cui 168 italiane e 171 estere.

  • Etna Bianco Tìade Biologico, Premio Vino Bianco 2019 – Wine Festival Art

    Giunge alla VI Edizione il Wine Festival Art, appuntamento dedicato al connubio tra il mondo del vino e quello dell’arte.

    Il nostro Etna Bianco Tìade biologico si è aggiudicato il premio vino bianco come miglior vino vincitore, scelto dal pubblico degustante.

    Una manifestazione unica nel suo genere in Calabria, come spiega il direttore artistico Francesco Pingitore: “L’evento pone in evidenza il vino nell’arte attraverso mostre dedicate all’etichetta, al cinema, alla pittura con degustazione dei Vini Autoctoni del Sud provenienti dalle aree della Calabria, Basilicata, Puglia, Campania e Sicilia”.

    Nel corso dell’appuntamento, che ha avuto luogo presso il Miramare Palace Hotel di Trebisacce, il 16 agosto dalle ore 18.00, chi ha visitato la mostra ha potuto degustare i vini che quest’anno hanno partecipato alla competizione, e al termine dell’evento sono stati assegnati i premi del pubblico alle cantine che durante il festival hanno ottenuto il maggior numero di preferenze. Tre le categorie:rosso, un rosato e bianco.

    Oltre alla degustazione di vini, la serata prevedeva la possibilità di conoscere e assaporare diversi prodotti tipici del sud, dai latticini e formaggi Bufavella ai salumi di Calabria del salumificio Mandarino, senza dimenticare lo speciale momento dedicato al gusto con Terre del Sole – Olio Evo e Gelato!

    IL WINE FESTIVAL ART è inserito nel cartellone di eventi estivi di Trebisacce, Marestate2019

    #marestate2019
    #winefestivalart

  • Quando il vino è nobile… La giornalista Paola Cerana scrive di noi sul magazine svizzero Taste and Travel

    Svizzera, 06 Settembre 2018

    Quando il Vino è nobile… di Paola Cerana

    “Il vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva, si gusta, si sorseggia e…se ne parla.”

    Edoardo VII (1841 – 1910)

    Quando nonno Giacomo Rallo, nel 1860, cominciò a lavorare la terra coltivando vigneti nelle generose campagne del trapanese, non immaginava forse che un giorno i suoi eredi avrebbero raccolto i suoi frutti facendone un tesoro. In vigna, ma anche nelle candide saline di Marsala in cui raccoglieva il sale, Giacomo era solito prendersi gran cura del lavoro che svolgeva, eseguendo gesti talmente zelanti che la gente del posto lo aveva soprannominato “il marchese”. Un titolo nobile, come il vino che dai suoi primi passi è poi maturato.

    Oggi, infatti, la Famiglia Rallo è orgogliosa dell’eredità ricevuta ed esalta i valori del lavoro ben fatto dal nonno attraverso i vini prodotti con passione e dedizione. Vini che s’identificano con il territorio da cui nascono. L’azienda Marchese delle Saline si vanta di tre gemme: l’Etna Bianco Tìade, l’Etna Rosso Tìade e lo Spumante Extra Dry Tìade.

    Continua a leggere, clicca qui

  • Tìade Etna Rosso e Ossobuco al dragoncello

    “Un abbinamento che nasce nella nostra cucina durante una giornata dedicata ai vini dell’Etna dell’Azienda Marchese delle Saline che ci ha colpito molto. Tiade Etna Rosso, con le sue note speziate, i suoi profumi di frutti di bosco con sentori minerali e i suoi delicati tannini si abbina molto bene con il mio ossobuco in umido aromatizzato al dragoncello e pepe nero con un contorno di morbide patate al forno e spicchi di cipolla rossa cotte nello steso vino. Ci troviamo sul lungomare di Marsala, a Capo Boeo, la punta estrema della Sicilia Occidentale, e lo Chef Giovanni Lombardo del Ristorante Le Isole, ci dedica un piatto a base di carne da gustare sorseggiando un bicchiere di Etna Rosso Tìade con vista isole Egadi.

    Adesso siete curiosi di provarlo?

    Semplice, potete acquistare i nostri vini sullo shop on line e preparare la ricetta suggerita dallo Chef Giovanni Lombardo.

    Non vi rimane che farlo!