sicilia Archivi - Marchese delle Saline
 spedizioni gratuite per ordini da €99
+393889203636   email 简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsРусскийEspañol
  • Medaglia D’Argento Etna Rosso 2017 Biologico – Mondial des vins extrêmes- CERVIM

    E’ stata un’edizione da record sia per il numero di vini iscritti che per i paesi rappresentati e le aziende partecipantiPossiamo parlare di una qualità media dei vini eroici in Italia e nel mondo in costante crescita come i winelover e i dati di mercato sono a testimoniare“.

    Così il presidente Cervim Roberto Gaudio commenta la 27° edizione del Mondial des vins extrêmes, il concorso internazionale dedicato ai vini eroici che si è tenuto ad Aosta dall’11 al 13 luglio scorsi, organizzato dal Cervim in collaborazione con l’assessorato al Turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta, l’Associazione viticoltori Valle d’Aosta, Vival VdA, e l’Associazione italiana sommelier, Sezione Valle d’Aosta, con il patrocinio dell’Oiv, Organisation internationale de la vigne et du vin.

    Le medaglie

    Pioggia di medaglie per i vini italiani: 9 Gran medaglie d’oro, 93 medaglie d’oro e 27 medaglie d’argento. Le Gran medaglie d’oro vanno alla Lombardia che ne conquista 4, ed anche 8 ori e 3 argenti; la Sicilia con 2 Gran medaglie d’oro, oltre a 5 ori e 3 argenti, la Toscana con 1 Gran medaglia d’oro e 9 medaglie d’oro, la Liguria con 1 Gran medaglia d’oro, 7 ori e 5 argenti, e 1 Gran medaglia d’oro per il Molise.

    Fanno incetta di medaglie la provincia di Trento con 19 ori e 3 argenti; la Valle d’Aosta con 15 ori e 8 argenti; il Veneto con 9 medaglie d’oro e 2 d’argento; la Sardegna con 5 ori; la Provincia di Bolzano con 4 ori e 1 argento; il Piemonte con 4 ori e 1 argento; la Campania con 3 ori e 3 argenti; l’Abruzzo con 2 ori; BasilicataLazio e Calabria con 1 medaglia d’oro.

    Fra i paesi esteri la Spagna è la nazione più medagliata con 1 Gran Medaglia d’oro, 47 medaglie d’oro e 16 d’argento; mentre la Svizzera quella con più Gran medaglie d’oro, 3, oltre a 14 d’oro e 4 d’argento. Quindi la Germania ha conquistato 2 Gran medaglie d’oro, 14 d’oro e 8 d’argento; mentre la Francia 1 Gran Medaglia d’oro, 8 d’oro e 3 d’argento, poi Andorra con 1 Gran medaglia d’oro e 2 medaglie d’oro.

    Tante le nazioni premiate: Austria 1 medaglia d’oro; Malta 2 medaglie d’oro; Georgia 3 medaglie d’oro; Lussemburgo 2 ori; Slovenia 2 ori; 2 medaglie d’oro e 2 d’argento per la Bolivia; Croazia 1 oro; Cipro 1 medaglia d’oro e 4 d’argento; Libano 1 oro; Grecia 1 medaglia d’oro; Slovacchia 1 oro; Portogallo 2 ori; Macedonia 1 medaglia d’oro.

    Le medaglie assegnate in totale sono state quindi 17 Gran medaglie d’oro, 198 medaglie d’oro e 64 medaglie d’argento. Nei tre giorni una commissione internazionale e specializzata ha assaggiato e selezionato 920 vini di cui 442 italiani e 478 esteri, provenienti da 339 aziende vitivinicole, di cui 168 italiane e 171 estere.

  • Prima visita guidata a Solicchiata, dal Vietnam per i nostri vini dell’Etna…

    In una soleggiata giornata primaverile, abbiamo avuto il piacere di ospitare in cantina e tra i nostri vigneti sull’Etna, un gruppo di importatori giunti dal Vietnam mossi dalla voglia di conoscere la nostra realtà e degustare i nostri vini.

    Tra le emozioni e lo stupore degli stessi visitatori, durante le improvvise eruzioni del vulcano, il più attivo d’Europa, abbiamo avuto modo di constatare che ‘A Muntagna, come viene chiamato il vulcano Etna dalla popolazione indigena, è in questo momento sicuramente uno dei terroir più ambiti e attenzionati dai tanti winelovers in giro per il mondo. Attenzione data sicuramente dall’agricoltura eroica praticata (900 metri s.l.m. con pendenza anche maggiore del 40% su terrazzamenti vulcanici) e i metodi di lavorazione legati alle tradizioni dei vecchi vignaioli (raccolta manuale, non utilizzo di pesticidi, potatura tradizionale).

    I Vini Marchese delle Saline, dunque, grazie al loro affascinante carattere espressione di un territorio unico, aprono la strada a nuovi mercati orientali in crescita.

  • Ottenuta la Certificazione Biologica: qualità, genuinità e salvaguardia dell’ambiente

    Perché scegliere il bio?

    Allungare il braccio per prendere una bottiglia di vino o di olio biologico può sembrare un gesto semplice e banale. Ma così non è: scegliere il biologico significa compiere una serie di scelte precise.

    Prodotti naturali al 100%

    Sia durante la produzione che durante tutte le fasi della lavorazione vengono utilizzate esclusivamente sostanze di origine naturale o minerale: sono infatti esclusi fertilizzanti, fitofarmaci, diserbanti, prodotti medicinali e conservanti chimici di sintesi.

    OGM Free

    L’agricoltura biologica esclude l’impiego di organismi geneticamente modificati (OGM).

    Un Ambiente più pulito e più sano

    Le tecniche dell’agricoltura biologica rispettano l’ambiente e i suoi equilibri; limitano l’inquinamento atmosferico e delle acque, evitano lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali e l’erosione del suolo, scongiurano l’estinzione di organismi utili, preservano la biodiversità nell’ambiente.

    Terreni più fertili

    L’utilizzo di sostanze organiche e il ricorso ad appropriate tecniche agricole che non sfruttano il suolo in modo intensivo (es. rotazione delle colture, lavorazioni “leggere”, ecc.) migliorano le condizioni del terreno e fa sì che la fertilità naturale venga salvaguardata. Terreni sani producono uve più sane!

    Maggiore attenzione alla salute

    In un’ottica che vede la qualità dell’alimentazione come fonte di benessere, il biologico rappresenta una possibilità di scelte più sicure in termini di garanzia e salubrità dei prodotti.

    Tutela dei produttori

    L’agricoltura biologica garantisce un ambiente più salubre per chi vive e lavora in campagna.

    Incentivazione della ricerca e dell’innovazione

    L’agricoltura biologica non è un ritorno al passato. I sistemi produttivi e le tecniche utilizzabili sono frutto di professionalità nuove e di impegno costante per ottenere prodotti sani e di qualità riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente.

    Controlli e garanzie a norma di legge

    L’agricoltura biologica è regolamentata nell’Unione Europea dai regolamenti CE 834/07 ed 889/08 che riguarda soprattutto le norme di produzione, l’etichettatura, il sistema dei controlli e della certificazione, l’importazione da paesi extra Ue ed è valido per tutti i paesi dell’Unione Europea.

  • Scrivono di noi… Maria Elena Boggio per Lasecondadolescenza, Blogger di Milano

    Marchese delle Saline – Tiade Extra Dry

    novembre 26, 2018 0 Di lasecondadolescenza

    Una bollicina piena, viva, allegra e intensa per questo spumante da suolo vulcanico. Quale vulcano? L’Etna ovviamente, il signore dei vulcani. Marchese delle Saline è il giovane progetto di Giacomo e fratelli che hanno scelto di ridare vita alla passione del nonno, vignaiolo in terra trapanese. E per farlo hanno scelto proprio l’Etna, un terroir da fascino unico. Un terreno che, se lavorato con rispetto, sa dare un’impronta inimitabile alle uve. Proprio come per questo metodo charmat di solo Catarratto. Un sorso intrigante, sapido e morbido con una bella acidità che lascia un bellissimo finale amaro che chiama una beva lampo, la mia preferita. Un calice che mi piacerebbe far degustare alla cieca perché la definizione Extra Dry potrebbe fuorviare, invece è un vino asciutto, verticale ma anche straordinariamente coccoloso. continua a leggere…

  • Miss Italia 2018, Evento Miluna – FZ gioielli

    Domenica 28.10.2018

    “Amo i vini siciliani e l’eleganza dello spumante Tìade è espressione vera di questa favolosa isola”. Così l’incantevole Miss Italia 2018 ha definito il nostro spumante Extra dry Tìade che ha inaugurato l’evento Miluna Gioielli alla gioielleria Fz di Marsala.

    Ancora una volta i nostri prodotti si pongono all’altezza di raffinati brindisi dove la bellezza fa da cornice al buon gusto.